E Santa Rosa sia

E Santa Rosa sia. Cresce l’attesa per la notte del 3 settembre, quando tutte le luci del centro storico della città dei Papi si spegneranno e si vedrà solamente la luce immensa emessa dalla Macchina di Santa Rosa, che attraverserà le vie della città portata a spalla da cento uomini che si accolleranno (nel vero senso della parola) la responsabilità di trasportarla da Porta Romana al Santuario a lei dedicato. Continua a leggere “E Santa Rosa sia”

Orte è sinonimo di Ottava Medievale. Oggi la pioggia ha rovinato la festa più importante per gli ortani, il Grande Corteo Storico e il Palio degli Arcieri delle sette contrade. Alle prime gocce, cadute mentre in Piazza della Liberà si esibivano i piccoli sbandieratori, il fuggi fuggi è stato generale. Seguendo la gente che cercava riparo, mi sono trovato all’interno di un androne con arcieri, dame e soldati della Contrada San Giovenale. Nell’attesa che la pioggia diminuisse la responsabile dei costumi predispone una sorta di shooting fotografico per le ultime realizzazioni del Corteo. Trovandomi li per caso non potevo lasciarmi sfuggire un’occasione del genere. La macchina fotografica e la luce ambiente hanno fatto il resto.

>>> CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE IMMAGINI

© Maurizio Di Giovancarlo © Tuscia Fotografia 2015

Una città in movimento. L’attesa per il 3 settembre per i viterbesi è immensa. Giovani che dormono per giorni sui gradini della Fontana Grande per ” difendere ” un posto in prima fila su uno dei tratti più suggestivi del passaggio della Macchina di Santa Rosa. I colori per le vie e le piazze della città trasformati in un grande teatro all’aperto nell’attesa palpitante del transito di Santa Rosa portata a spalla da 100 ragazzi di Viterbo.

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE IMMAGINI

Immagini esclusive di Maurizio Di Giovancarlo © Tuscia Fotografia 2015

Powered by WordPress | Tema: Baskerville 2 di Etrusco.

Su ↑