Antonella Tonnicchi – Blu – Rosso – Verde – Bianco

Blu
La nostra Terra è il Pianeta Azzurro.
Il buongiorno più bello è l’azzurro del cielo.
Il cielo azzurro fa crescere l’ottimismo,
colora il mare dove in tanta immensità lo sguardo si perde
e la mente vola tra ricordi e sogni.
Colora i laghi dove si specchiano paesi e monti.
Tutto diventa azzurro in lontananza.
E per un saluto ci sono i piccoli fiori azzurri “non ti scordar di me “

Rosso

Rosso il colore della passione, del cuore, dei papaveri,

Poi ci sono cose particolari, che a guardarle ti raccontano una storia.

Il Rosso lo ritroviamo nella bandiera della nostra Italia, il Tricolore.

In una tenda annodata in una finestra, alle spalle di un ragazzo che studia o ascolta musica.

In un vestito portato da una donna che si è fatta bella per il suo uomo.

In una seggiola piegata dietro una panchina di ferro, dove si ritrovano a parlare le comari del paese nei pomeriggi estivi.

Nelle pantofole di una donna che si riposa a piedi nudi sui gradini di casa.

 
Verde
 
Nata nella casa dei nonni in campagna, come posso non amare il verde??!
Anche la casa nuova dei miei genitori era verde e dalla finestra della mia cameretta vedevo un casale abbandonato, ricoperto d’edera ed immerso nella vegetazione: noi lo chiamavamo il castelletto, che in realtà era stata la casa di campagna dei conti Gentile (la villa cinquecentesca di Madonna Cornelia).
 
A volte, poi, mi piace ammirare colline con varie sfumature di verde.
 
O solo un albero che sembra guardare come una madre attenta i suoi figli nella speranza che crescano sani e belli.
 
A casa ho molte piante verdi e grazie alla mia gattina ho anche l’erba gatta, dove a volte di mattina le goccioline di rugiada sembrano racchiudere in un gioco di effetti piccoli fili d’erba.
 
Nella vita poi c’è posto anche per gli scherzi ed è per questo che ho fatto nascere un sorriso in cucina: uno spremiagrumi, un kiwi, un peperoncino ed il gioco è fatto. L’importante è che in tutto predomini il verde … come la speranza.
 

 

Bianco 

Vi racconto il Bianco delle mie foto

Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi ritrovarsi a volare, cantava Battisti. Io volo con la fantasia sulle ali della bianca garzetta, che leggera sorvola il lago.

Sono un’amante degli animali, ho una passione per i gatti perché sono simpatici ed eleganti, come un gatto bianco, incontrato in una via, che con eleganza è saltato su una finestra e guardandomi sembrava dire “ e questa che  vuole?”

Poi mi ricordo le risate che abbiamo fatto, io e mia cugina Silvia, quando una mosca si è fermata sul nasetto del suo simpatico gatto Matisse e che con il suo musetto bianco ci ha guardato meravigliato, tutto in un attimo.

Per la strada di un paese mi sono imbattuta  in una donna che stendeva delle lenzuola bianche dalla finestra, un’immagine che ho trovato romantica e d’altri tempi.

Per finire, quando qualche giorno fa, vicino casa mia, rifacevano le strisce pedonali  ho ripensato ad una copertina dei Beatles e al Bianco per le foto e la mia fantasia è volata…

Buona passeggiata amica mia. 

                                                                                                                          

Powered by WordPress | Tema: Baskerville 2 di Etrusco.

Su ↑