Gradoli, il pranzo che non c’è…

La solidarietà genuina non ha barriere, anzi, le abbatte per arrivare allo scopo che si era prefissata. Da oltre quattro secoli la Fratellanza del Purgatorio porta avanti un proposito ben definito: onorare e suffragare le anime del Purgatorio attraverso la celebrazione di Messe, e aiutare i più bisognosi raccogliendo fondi e mettendo a disposizione manodopera gratuita. Attualmente fanno parte della Fratellanza circa novanta uomini (da 18 a 85 anni), coordinati da un capitano, un tenente e un sottotenente. Continua a leggere “Gradoli, il pranzo che non c’è…”

La Barca Imperiale e non solo…

Oggi vi porto a conoscere un luogo magico e coinvolgente. Girando per la Tuscia mi succede di essere attratto da molti luoghi, ma uno in particolare ha su di me una forza diversa: è il Monte Cimino. Quando sono di passaggio non esito mai a fermarmi per realizzare uno dei miei racconti fotografici.

Siamo sul versante est del Monte Cimino, nei pressi di un vecchio sentiero che tanto tempo fa univa Soriano nel Cimino con dei paesi vicini. Qui trovo la dott.ssa Cristina Santocchi, la prima guida della Tenuta di Sant’Egidio, che si estende per circa 130 ettari. Azzurra Benedetti, presidente dell’associazione GEA e attuale proprietaria della tenuta, con suo padre Eugenio ha avuto la brillante idea di trasformare un’area di rara bellezza nel primo bosco didattico della nostra Regione. Un luogo in cui si percepisce una spiritualità dal sapore antico, dove si trovano tracce della presenza dell’uomo dalle origini al medioevo. Continua a leggere “La Barca Imperiale e non solo…”

Enrico di Cornovaglia e la Chiesa del Gesù

Camminando senza meta per il centro storico di Viterbo, mi sono trovato più volte a passare in piazza del Gesù, andando verso via dei Pellegrini che porta dritto al Palazzo dei Papi o continuando per via Cardinal de la Fontaine per entrare nel Quartiere San Pellegrino, ogni volta senza mai soffermarmi a guardare con più attenzione quello che mi circondava: una piazza suggestiva, con al centro una fontana e circondata da palazzi, una torre e una chiesa. Continua a leggere “Enrico di Cornovaglia e la Chiesa del Gesù”

Rosso

Nel Gioco dei Colori è arrivato il Rosso. Un colore vivo, passionale, eterno. I “ragazzi” che stanno svolgendo questo gioco-studio hanno elaborato delle immagini interessanti, ma ancora c’è da lavorare per poter apprendere al meglio questo metodo. Personalmente ho dedicato le immagini, dove spicca il colore Rosso, a quattro momenti folcloristici della Tuscia, vale a dire ; Le Passate di Marta, Le Infiorate di Bolsena, Il Palio di Soriano nel Cimino e I Facchini di Santa Rosa

  Hanno partecipato al Rosso
 

Powered by WordPress | Tema: Baskerville 2 di Etrusco.

Su ↑